Selezione personale qualificato - Nodus HR

Blog

Pagina 2

Una finestra sul mondo di Nodus HR: news, approfondimenti ed opinioni sui temi del lavoro, della formazione e della centralità delle risorse umane nel mondo dell'impresa.

Le emozioni al lavoro

Perché ambienti di lavoro emotional friendly, in cui le emozioni sono una risorsa e non un limite, costituiranno un motivo di successo per le aziende, oltre che un vanto?

Le emozioni di un Recruiter

Cosa prova un Recruiter?
L’etica professionale e l’oggettiva imparzialità di gestire i processi di selezione inevitabilmente incontrano la natura umana di provare emozioni.
Un Recruiter ci racconta le sue.

Mai più “dipendenti”: avanzano i professionisti del futuro

C’è forse un termine più brutto per definire un “lavoratore della conoscenza”, qualsiasi sia il suo livello di responsabilità o mansione, di quello comunemente usato (e abusato) di “dipendente”?! Sottende un rapporto tendenzialmente squilibrato secondo il quale il professionista dipende dal datore di lavoro e di conseguenza mette in secondo piano il contributo propositivo e… (continua a leggere “Mai più “dipendenti”: avanzano i professionisti del futuro”)

Storie di vita vissuta…

Oggi vi raccontiamo una storia.Una storia, non una favola.Insomma si parla di vita vissuta, di vita vera.Protagonista un’azienda, una tipica PMI vicentina che opera nel settore abbigliamento.Terzista per conto di grandi nomi della moda italiana: la professionalità, la flessibilità, la capacità di rispondere in modo veloce ed efficace alle richieste della clientela, le ha permesso… (continua a leggere “Storie di vita vissuta…”)

È facile dire commitment…

Si parla di “professionista del futuro”, perché è questo che desideriamo per la nostra organizzazione.Vogliamo collaboratori (abbiamo detto che la parola “dipendenti” non ci piace) motivati e con un elevato commitment.Sì, il commitment… insomma, l’impegno. Perché noi vogliamo gente che si impegna, gente che lavora con responsabilità, affidabile, fedele, con un alto coinvolgimento e poi… (continua a leggere “È facile dire commitment…”)